high limit online casinos downloadable canadian casino best US casino craps online for us players best deposit methods for USA plyers american slot machines http://www.narea.org/ssfm/online-slots-for-mac.html Neteller casino sites http://www.narea.org/ssfm/roulette-bonus.html

euro-online.org https://www.euro-online.org/enog/inoc2007/Papers/mac-slots.html https://www.euro-online.org/enog/inoc2007/Papers/mac-online-casinos.html

La nostra Storia

LO SPORT della canoa diventa eporediese alla fine degli anni Quaranta grazie a Giulio Valzolgher. uomo dinamico, Valzolgher, contagiò con la sua passione i compagni di lavoro in Olivetti, la grande azienda che è un tutt’uno con il tessuto urbano e cittadino di Ivrea. Le prime esperienze sulla Dora videro all’opera giovani considerati temerari a Ivrea, dove da sempre la Dora Baltea incuteva timore per la forza della corrente e le fredde temperature.

L’IMPRESA
Con il collega Voltolina, Valzolgher realizzò nel 1952 un impresa impegnativa: discendere la Dora Baltea ed il Po fino a Venezia, pagaiando su una canoa biposto per circa 700 km. Fu veramente l’inizio: con la popolarità dell’impresa , crebbe la curiosità dio molti ed aumentò il numero di quelli che si avvicinarono a questo nuovo sport.

IL RAID
Negli anni 50 la canoa comincia a Ivrea il suo solido sviluppo. E’ del 1956 la prima gara canoistica eporediese, molte ne seguirono negli anni successivi. Nel 1959 si tiene il raid Ivrea-Trieste. Nel 1960 l’Ivrea Canoa Club entra nella Federazione Italiana Canottaggio; nel 1963 un eporediese, Antonio Martinelli, partecipa per la prima volta a un Campionato Mondiale.

I SUCCESSI
Gli atleti dell’Ivrea Canoa Club, hanno vinto un’infinità di titoli italiani e hanno partecipato a numerosi campionati europei, mondiali, nonchè Olimpiadi; alcuni dirigenti sono diventati consiglieri della Federazione Canoa; altri ancora allenatori nazionali, direttori tecnici nazionali ed internazionali e giudici, arbitri nazionali ed internazionali. Il successo di aver portato a Ivrea i Campionati Mondiali è dedicato a loro.